LE CORNACCHIE DELLA RIVOLUZIONE MONDIALE CON PERMANENTE E AFFETTE DA CALCOLOSI NEUROEMORROIDALI

LE CORNACCHIE DELLA RIVOLUZIONE MONDIALE CON PERMANENTE E AFFETTE DA CALCOLOSI NEURO-EMORROIDALI

  • Image
  • LE CORNACCHIE DELLA RIVOLUZIONE MONDIALE CON PERMANENTE E AFFETTE DA CALCOLOSI NEUROEMORROIDALE – I CASTRATI TROTSKO-MIAOISTI – GLI AUSILIARI DEL “NE’ CON – NE’ CON” A RIMORCHIO DEI “VOLENTEROSI” STRAGISTI.

Ad ogni Atto della scuola Atellana, troviamo appollaiato nei “parodos”del teatrino istituzionale e non, dove sono di solito mettere in scena le loro devastanti opere tragicomiche,  uno stuolo di strane entità, esseri dall’aspetto tetro e orrido , dagli atteggiamenti tragicomici che eseguono, come un coro  attico, le loro messe in scena oscene.

 

Questi neo- parodoiI, assomigliano a primordiali macchine scenografiche paragonabili agli odierni massmediatici effetti speciali, che a seconda della piece fanno da contro-coro alle prefiche/erinni/nani/guitti e saltimbanchi: a volte si ricongiungono tutte insieme, a volte si disperdono, altre volte si ricompongono secondo un ordine diverso…e il più delle volte il risultato non è di gradimento delle platee e le cornacchie con permanente ricevono sequele di sputi e diventano bersaglio di lanci di prodotti orticoli.

 

Tali entita’ eteromorfe un po’ antropomorfe, un po’ cornacchiomorfe alcuni studiosi di mitologia le definiscono idropeni acefali con struttura corporale da uccello nero-corvino-piumato che si materializzano nelle sembianze di averniche e mefistofeliche uccelle del malaugurio. Molti studiosi danno per certa la nascita del primo esemplare all’incirca alla metà del secolo scorso, nei laboratori di una sedicente organizzazione mondiale dei Lavoratori, il nome che gli venne attribuito fu quello Leone/Trottinky/lenone con Ernia/Erinnica, che divenne in seguito il capo-stormo delle malauguranti uccelle jettatrici in coro gracchianti ossessive monotonie: Cina? Burocrazia; Mao? Stalinista; Cuba? Burocrazia; Castro? Stalinista; e simili gracchiamenti rendono inconfondibili e immediatamente riconoscibili e riconducibili al pro-feta catartico iettatore lo stormo degli acefalopennuti con la loro eterna nenia la rivoluzione o e’ mondiale con permanente messa in piega e mesh o non e’ e ke kazzo stamo allora a perde tempo a Leo’ ma va a mmori’ ammazzato li mortacci tua e de tu madre.

Gli indottrinati pennuti sono soliti riunirsi in stormi simil-setta-ascetica praticante riti sciamanico-braminici e danze orgiastiche intorno al Totem raffigurante la Cosa che non hanno mai visto (le “masseeeeee operaieeeee “) mentre predicano il solito Universalismo onirico del Nulla.

 

Le maleauguranti e puteolenti cornacchie, per meglio mimetizzarsi e imbellettarsi, ultimamente sono ricorse ad un parrucchiere strabico con bigodini forniti dalla premiata ditta Pentagono/Langley, assumendo il look dei mitici “Capa’e bomba” creduloni rampolli borghesi che gli sfrontati figli di operai sfottevano per la loro credulita’ e deficienza psicomotoria-celebrale: “Giuva’ il ciuccio vola!” e Giuva’ alzava il capoccione, con espressione assente e triste e rispondeva: “ Uh Pasca’ ‘o ciuccio vola veramente uhaaaaaaa!!! “

 

Secondo alcuni dotti e sapienti scienziati il Pro-feta Leone/lenone l’Ernioso era affetto da una rara malattia cerebro-intestinale-idraulica il cui nome è stato solo di recente universalmente riconosciuto come: Calcolosi Neuroemorroidale-Calcareo-Encefalica. Alcuni sostengono, che oltre ad apparire sotto le sembianze acefalo-saturo-idropeniche si palesasse varie volte con occhialini,barbetta caprina e folto piumaggio. La stessa patologia del cornacchia con occhialini e barbetta caprina e’ stata ultimamente riscontrata in un suo adepto, Marcus-Pro-Fetino-Ferrandum Teoricus exaustus de revolutione permancante jettatore predicante come l’Ascendente (continua).

Di    DAA ..ANDA.STI

 

 

LE CORNACCHIE DELLA RIVOLUZIONE-ovvero de cornacchibus mutantis

 

LE CORNACCHIE DELLA RIVOLUZIONE MONDIALE CON PERMANENTE E AFFETTE DA CALCOLOSI NEUROEMORROIDALE

PARTE SECONDA

(le prime sette righe già scritte in un articolo precedente le ripetiamo – repetita iuvant)

Secondo alcuni dotti e sapienti scienziati il Pro-feta Leone/lenone l’Ernioso era affetto da una rara malattia cerebro-intestinale-idraulica il cui nome è stato solo di recente universalmente riconosciuto come: Calcolosi Neuroemorroidale-Calcareo-Encefalica. Alcuni sostengono che oltre ad apparire sotto le sembianze acefalo-saturo-idropeniche si palesasse varie volte con occhialini,  barbetta caprina e folto piumaggio. La stessa patologia del cornacchia con occhialini e barbetta caprina è  stata ultimamente riscontrata in un cornacchino suo adepto, Marcus- Pro- Fetino- Ferrandum Teoricus exaustus de revolutione permancante, jettatore predicante come l’Ascendente, cum Barba longa sicut Apostolum.

Per gli effetti da sindrome Neuroemorroidale-Calcareo-Encefalica, il pro-feta ieri e il pro-fetino oggi non espurgano i materiali organici dall’apparato rettale come i  comuni ominidi e feminidi, bensì  tramite complessi  sistemi idraulico-sanitari. Tale articolata conformazione idraulica, secondo quando scoperto recentemente da eminenti luminari dell’Accademia delle Acque Nere  (i quali hanno tenuto a lungo sotto osservazione il Discepolo),   consente al medesimo di  trattare siffatti materiali direttamente nella scatola cranica, ciò che sfocia nello spiacevole inconveniente degli effetti indesiderati: la formazione  di grossi coaguli calcarei simili ad appallottolate protuberanze emorroidali. Dalle ricerche fatte e confortate da prove di laboratorio “in vitro”, risulta inoltre che le suddette strozzature pallottoliformi vanno incontro a cicliche superfetazioni infiammatorie con sindrome da esaltazioni mistico-ideologiche sfocianti in prolassamenti cerebrali. Successivamente, il Discepolo del Pro-feta cum barba longa, atque teoricus secundarius, tramite i congegni di cui è  fornito: tubi, raccordi, sifonature e rubinetti biologici, variamente combinati con trattamenti neuro-digestivi, si appalesa come massa organica sub specie di  fumi e vapori venefico-allucinogeni. Successivamente  questi elementi fumogeno- vaporiferi vengono espulsi  sotto forma di esalazioni  gassose tramite  le froge nasali. Questo spiega, secondo i summenzionati illustri accademici delle Acque Nere (che da decenni studiano tale fenomenologia idraulica fisico-genetica)  lo stato di perenne estasi ed esaltazione  a cui vanno soggetti i discepoli/cornacchie  del “pro-feta” Maggiore quando sono al suo cospetto.

Queste sostanze stupefacenti e narcotizzanti, all’essenza di crisantemo cimiteriale marcio, producono stati di rimbambimento e alterazione psichica nei soggetti che ne vengono a contatto scatenandoli   in furiose  danze primitive, simili ai balli dei monaci sufiti, i famosi Dervisci rotanti del Katakari.

Chi ha assistito per pura disgrazia ai raduni di questa setta  jettatoria  ha constatato la devastante opera di imbonimento del  pro-fetino, il quale emettendo mefitico- mefistofelici fumi e gas   dalle tre  froge  di cui è dotato, aizza a furiosi strappamenti di peli dal  petto, orride grida, scudisciate e morsi ai più riottosi  tra i suoi permanenti seguaci che non si piegano ai di lui voleri

 Scene disgustose a vedersi, e abominevoli nello svolgersi : i testimoni ci hanno descritto l’effetto dell’irroramento  dei  gas narcotici  sui  cornacchio – discepoli, con effetto devastante di provocare stati  di esaltazione parossistica accompagnati da forti allucinazioni collettive, hanno visto il  vorticoso rotare dei corpi di  questi pennuti, hanno ascoltato il gracchiare stridulo e monotono delle  loro cantilene liturgiche che accompagnano il vorticare:

“Burocrazia, Stalinismo, Burocrasta Stalimburo           

 vuoi veder che ce l’ha duro?            

se n’è gghiuto ‘o Baffone           

ma e scumparso ‘o piccone?             ‘

O pericolo ce sta sempe            

pe la capa de lu Discendente”

 

 Ah,  come è celestiale il paradiso assicurato dal nostro caro leader Marcus-Ferrandum-Pro-Fetinus-Trinarciutus teoricus inutilis de minchionibus permanentibus   shttp://www.youtube.com/watch?v=9B1vZNXZ8iE http://www.youtube.com/watch?v=EqKwrusqbTc&feature=related  e via di questo passo, nenie ripetute all’ infinito fino allo sfinimento totale e al rilassamento dei corpi .

Queste danze sacre  rituali  ricalcano orge/misteriche di  più antica memoria che possiamo fare risalire ai primordi delle opere del pro-feta Leon che secondo gli studiosi delle sue opere , non  sono altro che   una  forma diretta con cui il vate trasmetteva  mediante le già descritte esalazioni ai  suoi seguaci,  i “misteri”  fondativi e caratteristici  della  setta ascetica  messianica di cui è il fondatore.

Le assunzioni massicce di questa miscela gassosa/allucinogena di scarico producevano visioni oniriche  materializzandosi in trasposizioni visive di graaaaaandiiii masse operaieeee in attesa della terra promessa del socialismo immaginario e della rivoluzione con la permanente mondializzata.

Tale caratteristica diabolica di scimunimento  (ne parleremo dettagliatamente in seguito, in quanto attendiamo una precisa documentazione  che ci sarà fornita dalla rivista scientifica New Scientific)  si riscontra  anche nel pro-fetino troschino teorico meschino.

(Continua)

AN-DA-STI

LE CORNACCHIE DELLA RIVOLUZIONE – parte terza

L’esilarante Epilogo di un dramma “umano” /  Ornitologico / etologico suino/Idraulico-fognario”

(le prime sei  righe già scritte in un articolo precedente le ripetiamo – repetita iuvant)

“……………Le assunzioni massicce di questa miscela gassosa/allucinogena di scarico producevano visioni oniriche  materializzandosi in trasposizioni visive di graaaaaandiiii masse operaieeee in attesa della terra promessa del socialismo immaginario e della rivoluzione con la permanente mondializzata. Tale caratteristica diabolica di scimunimento  (ne parleremo dettagliatamente in seguito, in quanto attendiamo una precisa documentazione  che ci sarà fornita dalla rivista scientifica New Scientific)  si riscontra  anche nel pro-fetino troschino teorico meschino……..”

Come già accennato nelle precedenti puntate del nostro racconto/rapporto e come riportato nel ripetita iuvant il nostro baldanzoso e diarroico Profe-tino, Marcus- Ferrandum- Pro- Fetinus-Trinarciutus teoricus inutilis De Minchionibus Permanentium In/bus  con troller ecc ecc ,è assurto alla ribalta scientifica per la similitudine di una particolare e complessa patologia (sindrome Neuroemorroidale- Calcareo- Encefalica) riscontrata anni fa al “maestro” ingannatore il Leone Trozkino – Induscka abietto Liquidator – Meschino, comunemente conosciuto come il “pro-feta” Major.

Per nostra fortuna e per vostro diletto ,siamo venuti in possesso del carteggio-relazione stilato da noti patologi statunitensi di fama internazionale, i dottori  Jhonn Smith and Archibald Wesson del dipartimento Ornitologico , Etologico sezione di Neurologa Applicata sotto-dipartimento  di Ingegneria idrico- celebro -intestinale dell’Università dello Saskatchewan- e membri associati all’ Accademia delle Acque Nere – Liquami Organici di Stoccolma che da decenni  ne studiano la sintomatologia di cui era affetto il“Pro-feta Maggiore ricercandone  nel mondo casi analoghi.

Questi illustri luminari ebbero la fortuna di visitare il nostro baldo cornacchiotto  in seconda al momento in cui si palesarono i primi sintomi di tale malattia, ne stilarono a mo’ di cronaca giornalistica, l’evolversi del decorso  pubblicando successivamente, sul numero 2588 della rivista scientifica  New Scientific del 22 Febbraio 2007.un dossier intitolato  “ De Virulentia viralis    del Morbo di Mc Crows;il parossismico manifestarsi ;    un caso italiano  un esauriente descrizione

Ma ora  senza indugio passiamo   al racconto di  questi due illustri cerusici;

Dal DOSSIER Pag 344/ … dall’ Introduzione …….  (dott. Smith),insieme al  mio esimio collega Archibald Wesson, ci trovavamo in Italia e precisamente nella amena e ridente località di Ravello sulla  Costiera Amalfitana per riprenderci da un avventura strabiliante, da un evento fantasmagorico degno delle pagine di un romanzo di Bulgacov  a cui siamo stati testimoni diretti e del cui svolgersi  narreremo di seguito.

 Nel nostro vagabondare, eravamo giunti in Italia sulle tracce e alla ricerca di casi che presentassero sintomi simili alla malattia Calcolosi Neuro – emorroidale – Calcareo- Encefalica, meglio conosciuta come sindrome o morbo  di Mc Crows, dal nome dello scopritore l’illustre professore e luminosissimo,valente scienziato, Asdrubale Papageno  Mc Crows, di cui ci sentiamo onorato di essere  suoi discepoli più fedeli.

………..Il nostro insigne, mai indimenticato collega e maestro, il dottor. Asdrubale P.  Mc Crows, nel 1939, nel celeberrimo trattato:“Idraulica-Idrosanitaria Comparata e sintomatologia parossistica gasifera nei soggetti affetti dalla Calcolosi Neuro – emorroidale – Calcareo- Encefalitica, con sottotitolo  Studio comparativo e conseguenze  della formazione di grumi calcari encefalici nello sviluppo della   malattie neurodegenerative di natura mistico ascetica   ovvero lo strano caso del signor Trozkino in Messico” Nel mondo scientifico mondiale questa scoperta fu salutata come l’inizio di una nuova Era che avrebbe rivoluzionato e aperto nuove strade per la conoscenza della psiche umana, dell’ anatomia relazionata all’idraulica, con conseguenti applicazioni alla tecnologia ingegneristica. In onore dello scopritore ,in un solenne simposio mondiale   la comunità  scientifica mondiale battezzo la Calcolosi Neuroemorroidale- Calcareo- Encefalica come  il morbo di Mc Crows, “.

………….”Il nostro grande scienziato descrisse e tratteggio tale disfunzione, avendo avuto  la  fortuna d’imbattersi per ben due volte con il soggetto portatore in/ sano di questa patologia. La prima volta  al Medison Square Garden New York – USA, dove il siffatto soggetto  con tendenze all’ auruspicinio   teneva una delle tante sue consuete logorroiche kermesse, incuriosito dai fenomeni suscitati dalla perfomance di questo signor Trozkino , nel dopo spettacolo, volle  incontrare con l’ausilio di un funzionario del FBI( nota del dott. Smith “si diceva che il novello Cagliostro,cosi lo potrei definire, dopo averne studiato le opere e la figura, lavorasse per il nostro governo”) il futuro paziente. Il secondo incontro avvenne in Messico, a Cojacan nella favolosa villa fortezza del pro-feta, incontro caldeggiato dallo stesso Trozkino e volto a convincere il dott. Crows di aderire alla sua setta,in quella occasione per mezzo di un evento delittuoso si di svelarono agli occhi dell’esimio luminare le origini della malattia.”  

Da pagine-.347/370 capitolo 1 del Dossier,  il dott. Smith cosi descrive  i due incontri riportati nel trattato scientifico su citato .  …”il dott. Mc Crows nel suo epitome, tratteggia con accurata precisione scientifica l’evento a cui ebbe ad imbattersi, con dovizia di particolari ne diede una precisa descrizione di ciò che ebbe a rivelarsi ai suoi occhi e cosi ci descrisse gli accadimenti e le sue successive riflessioni…….

L’evento del Medison Square Garden New York –USA Il primo incontro, l’impatto con il paziente

Dal Compendio del Dott.Crows ..Mi fu consigliato dal un mio collega di Dipartimento a New York, Crisostomos Cristoferson Larsen  Filiberto Viendalmare Chanson affettuosamente chiamato Cris, di assistere ad un evento molto particolare, un simposio  di natura politico- ascetico- metafisico – profetico tenuto da un noto veggente di origini ucraine che un tempo a detta del mio collega fu tra quelli che avrebbero partecipato alla Rivoluzione Russa dell’Ottobre 1917.

Dopo che per le sue manie di accentratore, la sua arrogante presunzione e non ultimo il vezzo di complottare per suoi fini personali fu costretto a lasciare la Russia,ora URRS .. il Nostro “eroe” ora è a capo di una strana setta universalistica- complottarda, in attesa di una non meglio precisata  rivoluzione mondiale. Il mio collega che aveva assistito ad uno di questi meeting,mi descrisse strani fenomeni che avvenivano durante tali incontri ,incuriosito volli presenziare ad uno di questi comizi- show…….

Cosi alla prima occasione  senza perdere un  secondo mi recai con il mio giovanissimo assistente,il fedele segretario e stenografo l’ esperto in Valvole Sfarfallanti  Bilaterali per impianti ad espurgo continuo, l’ingegnere patologo delle Acque Nere, prof Pauligno Von Asschfidanke……..

All’ ora stabilita ci recammo al botteghino ,comprammo i biglietti d’ingresso, è  si non erano show gratuiti, ma per sostenere la loro causa gli adepti e il loro condottiero  mo di sottoscrizione chiedevano 10 dollari ….insieme al ticket ricevemmo un pacchetto di pop – corn gigante, un microscopico sacchetto contenente ben quattro noccioline  ciuscelle di cavallo secche, due pistacchi un enorme bicchiere di Coca-Cola, sponsor ufficiale dell’evento,una bandierina  di colore amaranto con l’effigie della Star, un cappellino sempre con il ritratto del gran capo ed un palloncino con su impresso a caratteri cubitali,in varie lingue “I love Trozkino- Revolution in The World”  …………. la folla non era quella delle grandi occasioni poche centinaia di adepti che ha detta dei molti osservatori erano sempre i medesimi aficionados per lo piu’ giovani d’ambo i sessi,..non aumentavano  e non diminuivano. tendenzialmente stabili. poche animelle trepidanti a detta dei giornalisti presenti ……

Dopo un interminabile attesa .allietati da esibizioni di vario genere da giocolieri, alla sfilata di majorette quasi desnude,sbandieratori dei vessilli della setta,tra un esibizione ed un’altra una voce stentorea e fredda da citazioni tratte dalle opere del Prof-eta…. Ma ad un certo punto, comparire sulla tribuna come un moderno  deux ex machina sorto dal Nulla…come per incanto.l’oggetto del desiderio delle turme trepidante..;apparve lui ….il Pro-feta signor Leone  Trozkino

. Costui,s’appalesò tramite una figura ieratico-ascetica, con una folta capigliatura leonina ,occhi saettanti nascosti dietro occhialini tondi ,lo sguardo torvo e minaccioso ,con in dosso una lucciante divisa nera che non mostrava nessuna piega, stivaloni militari tirati a lucido, questi elementi gli facevano assumere  l’aria di un certo non so che  d’elegante,  da Dandy londinese, alla cintola faceva bella mostra un enorme Colt  automatica ,identica quella dei suoi quattro guardia spalla.. anche essi vestiti di nero con fucili Wincestern e cartuccera a tracolla.. .

..Scroscianti applausi da parte della striminzita platea, gridolini da tifoseria….i più esagitati lanciavano slogan ,da quel poco che si riusciva a capire,del  tipo “Oh maestro precettor che tu sia benedetto..daci oggi senza indugio la Rivoluzione  e che possa schiattà  l’energumeno baffone” oppure o “O la rivoluzione è mondiale o non lo e’.”…. mentre gruppetto ululante di belle e seducenti giovani fanciulle,che dai vestiti eleganti denotavano l’appartenenza alla classe alta di New York riunite  in una setta mistica integralista  del Femminismo Stitico dei Quartieri In. si sperticava in gridolini orgasmici  inalberando cartelli e striscioni,uno su uno di questi ,si poteva leggere,suscitando in me e  nel mio giovane accompagnatore  un ilare risata “La Prugnetta è nostra e la gestiamo noi..,ma sempre dopo il permesso del nostro amato e consacrato  Pro-feta Leon “,su di  altro cartello si poteva leggere “Al Baffon bolscevico..maschilista la Prugnettin non la darem mai .. per lui solo pugnettin ,”…Bene ad un cenno del Trozkino…. la folla si quietò, ed ebbe inizio lo spettacolo(e che spettacolo!!!!) lentamente si abbassarono le luci di scena, un solo grande riflettore come un occhio divino illumina lo scenario ..dopo un prolungato rullo di tamburo.. ecco iniziare l’atteso evento.

Il vate come un novello titano si ergeva ritto sul podio (somigliante più ad un lisca di baccalà tanta era la statica posa ) con gesto studiati e calcolato, con lentezza sollevo le sue braccia come voler abbracciare tutto l’auditorio, inizia lentamente la sua profetizzante omelia ..parla in modo soave con tono ammiccante ,un po’intriso di viscitudine e rancore …., elenca i misfatti dei capi della rivoluzione, sollevamento a cui aveva partecipato, lanciando furibondi anatemi  a coloro  che ora dirigono la “sua rivoluzione che doveva essere esportata in tutto il mondo,altro che in un solo paese..le masse del mondo attendevano impazienti, a  parere suo, tale circostanza, che avrebbe rovesciato la loro sorte di eterni  diseredati tale avvento era imminente e sarebbe stato permanente … ” , poi in un diluvio  parole .quasi diarroico crescendo si scatena in attacchi sempre più virulenti contro uno in particolari questi capi ,un suo sedicente nemico che non nomina mai (ndr..tipico anche dei suoi eredi di vari scuola  che attualmente calcano il palcoscenico della politica italica.).

Epiteti di ogni sfumatura,da manigoldo a impostore, paranoico, falsificatore di testamenti, assassino,genocida di “poveri” contadini, feroce e sanguinario terrorista  ed altre contumelie  (ndr senti chi parla)… Un crescendo che ha come sottofondo,amplificato dalla voce del Trozkino che alle mie orecchie sembrava  più simile ad un gracchiare,tratti mi sembrava di udire un effetto acustico somigliante a dei  risucchi aspiranti  dovuti a vortici, che danno origine al gorgoglio di acque che trovano difficoltà a defluire ..rumori strani, provocati dall’otturazione di certe tubazioni  con problemi per il deflusso di acque Nere..a cui sono  preposte …insomma un imminente … otturazione

….La filippica sale sempre più di tono,il viso incomincia ad assumere un colorito rosso fuoco con striature amaranto, rossore , man mano sempre più accentuato … fino al paonazzo ma la cosa che più risaltava all’occhio e all’orecchio che il suo ciancicare sia un tantino da schizofrenico,si spertica in un enunciato, che subito dopo contraddetto da quello successivo contemporaneamente anche se ero molto distante dal pulpito, noto che le  narici si dilatano e sono  aumente sembrano che siano diventate tre di numero, pensavo ad un allucinazione o forse non lo era? ..nel contempo fuoriescono da queste prima, molto  sottili poi sempre più sostanziosi  fili di fumo ….in tale atteggiamento e nei fenomeni che l’accompagnano trovo molte anomalie,mi rivolgo al mio assistente prof. Pauligno Von Asschfidanken “Mio giovane collega tira fuori il tuo taccuino,prendi nota,la cosa si fa interessante..molto interessante, molto piu’ interessante di come Cris Chanson cé l’ha descritta..bene! bene! …credo che …” non finisco di dettare questa raccomandazione che vengo attratto da quello che succede nella platea e sul palco………

Scene indescrivibili avvenivano nel parterre ,cose che sembravano uscite da qualche film di fantascienza.. nella mia psiche  si  dibatteva furiosa, tra il disgusto e la sensazioni di abominio subito seguite da scatti di ilarità irrefrenabili, però in verità non nascondendo un certo  divertimento, oltre ad un  recondito piacere dei “sensi bassi”scene Boccacesche, da Ballo degli Zombi , da opera buffa..insomma un trionfo del non senso … o.del ridicolo 

 Siffatte cornici parossistiche nella sostanza  non potrei che tratteggiarle  come un insieme un misto, tra un delirante rito Dionisico-  esaltazione collettiva,- festa paesana – processione priapea- stati di autolesionismo dovuti ad allucinazioni collettive- Ipnosi- mantrica – derviscica  una grande .sarabanda cosmica-  ascetica .

.Continua

AN. DA .STI

Annunci

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in post-it - miscellanea. Contrassegna il permalink.