Discorso di Aleka Papariga al corteo del KKE ad Atene.

Image

Discorso di Aleka Papariga al corteo del KKE ad Atene.

“Non vogliamo un governo per la plutocrazia,lottiamo e votiamo per un altro potere”

Migliaia di lavoratori,impiegati,giovani,donne, e famiglie degli strati popolari hanno partecipato in una determinata e militante sfilata al Pedion Areos,al corteo del KKE,dove la SG del CC del partito,Aleka Papariga,ha parlato. Migliaia di persone hanno mandato un messaggio ieri,insieme alla chiamata del partito al popolo di prestargli ancora piu’ forza,sia se verranno tenute nuove elezioni sia nelle lotte,nei luoghi di lavoro,nei quartieri,nelle universita’ e nelle scuole. “La speranza e’ qui. Un forte KKE”

La SG del CC del KKE,Aleka Papariga,ha menzionato tra le altre cose:

“Qualunque governo che ora viene formato,dobbiamo essere pronti a condurgli una una guerra contro… Lo formeranno per far passare le misure programmate-che ammontano tra gli 11,5 e i 13,5 miliardi di euro. Attaccheranno i salari e i diritti dei lavoratori.

Vogliono assicurare che la politica della “UE-strada a senso unico continuera’ in Grecia,la linea politica che impone gli oneri ai lavoratori e spiana la strada per la ripresa della profittabilita’ capitalista. Il processo dei mandati sta ancor piu’ rivelando il ruolo che SYRIZA giochera’ nel rinnovamento del sistema politico,per scongiurare la corrente del radicalismo e infine disarmare il movimento.

SYRIZA puo’ aver dichiarato che non ha intenzione di cooperare con tutti i partiti,che la loro linea politica e’ stata delegittimata,ma ha preso il mandato e ha fatto proposte di cooperazione a tutti i partiti,eccetto che per Alba Dorata. Dopo ogni incontro,particolarmente con ND e PASOK,ha sottolineato che non cooperera’ con loro,anche se hanno supportato SYRIZA in principio,poiche’ vuole un governo di sinistra,nonostante il fatto che non ci sono abbastanza seggi per formarlo.

La dichiarazione della SEV(Federazione Ellenica delle Imprese),che un governo di coalizione con la SYRIZA anti-memorandum potrebbe aiutare alla rinegoziazione che i governi e gruppi economici in tutti i paesi membri colpiti dalla crisi desiderano,non e’ ne’ accidentale ne’ e’ una provocazione.

Lo slogan di un governo ND o di centro-destra o ND-PASOK da una parte e dall’altra di un governo di SYRIZA con alcune collaborazioni e’ il nuovo fuorviante dilemma per il popolo che ha bisogno di una linea politica di rottura e conflitto e non di rinegoziazione.

Cambia il tuo voto!

Noi sappiamo che ND e PASOK non cambiano,per quanti travestimenti indossino. Non credete a SYRIZA che inganna con soluzioni facili e presunti assi nella manica. Vuole essere sia con il ladro che con il gendarme,con la UE e con il popolo. Ha gia’ annacquato le sue posizioni. Nel nuovo periodo elettorale,ripetera’ slogan forti e chiari cosi’ che faccia dimenticare loro che formera’ un governo. Dopodiche’ sara trasformata in un agnello in relazione alla UE e alla NATO.

Noi andiamo contro la corrente delle false speranze. Noi saremo giustificati molto piu’ velocemente ora,una volta ancora. La rabbia del popolo non dev’essere trasformata in disillusione. Il popolo non ha bisogno dei memoranda di oggi o di altri memoranda modificati.

Non ci sono soluzioni senza dolore. Il sentiero della rottura,del conflitto,richiede sacrifici,ma questi guideranno alla prosperita’ del popolo. Il sentiero del compromesso proposto dalle altre forze richiede sacrifici dolorosi e inutili senza fine,senza una prospettiva positiva per il popolo.

L’unico governo che puo’ affrontare le sfide della crisi e i bisogni del popolo e’ quello che cancellera’ unilateralmente il debito,denuncera’ e rovesciera’ il Memorandum e l’accordo del prestito,tirera’ fuori la Grecia dalla UE e rendera’ il popolo unico proprietario della ricchezza che produce e che esiste in Grecia. Queste precondizioni non sono desiderate o proclamate da nessun altro partito. Il loro obiettivo e’ di ridurre la forza del KKE. Falsano gli obiettivi della lotta e le posizioni del KKE.

L’offensiva contro il KKE e’ portata avanti poiche’ il KKE si rifiuta di essere ammassato in un governo per la gestione della crisi a scapito sia del popolo che del potenziale produttivo e di sviluppo del nostro paese.

Il KKE ha la responsabilita’ storica di non diventare un’alibi comunista per un governo che anche prima che sia stato formato e’ certo che npn migliorera’ gli standard di vita del popolo,ne’ li liberera’ dall’austerita’ e dalla disoccupazione. La responsabilita’ storica del KKE si pone contro la irresponsabilita’ storica di SYRIZA.

La gioventu’ e i lavoratori in generale che stanno soffrendo devono correggere i voti che hanno dato a “Alba Dorata”,poiche’ sicuramente non sono d’accordo con le visioni naziste.

Se saranno tenute le elezioni,cambia il tuo voto. Rafforza il KKE per dare potere alla lotta popolare e all’alleanza popolare,cosi’ che la lotta per il rovesciamento possa essere vittoriosa.”

http://zeriipopullit-lavocedelpopolo.myblog.it/archive/2012/05/15/discorso-di-aleka-papariga-al-corteo-del-kke-ad-atene.html

Annunci

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in movimento comunista internazionale, politica-economia -e classe. Contrassegna il permalink.