PATRIOTI SEMPRE …

PATRIOTI SEMPRE …

Image

  1. ….Inoltre, si è rimproverato ai comunisti che essi vorrebbero abolire la patria, la nazionalità.

Gli operai non hanno patria. Non si può togliere loro quello che non hanno. Poiché la prima cosa che il proletario deve fare è di conquistarsi il dominio politico, di elevarsi a classe nazionale, di costituire se stesso in nazione, è anch’esso ancora nazionale, seppure non certo nel senso della borghesia.

Le separazioni e gli antagonismi nazionali dei popoli vanno scomparendo sempre più già con lo sviluppo della borghesia, con la libertà di commercio, col mercato mondiale, con l’uniformità della produzione industriale e delle corrispondenti condizioni d’esistenza.

Il dominio del proletariato li farà scomparire ancor di più. Una delle prime condizioni della sua emancipazione è l’azione unita, per lo meno dei paesi civili.

Lo sfruttamento di una nazione da parte di un’altra viene abolito nella stessa misura che viene abolito lo sfruttamento di un individuo da parte di un altro.

Con l’antagonismo delle classi all’interno delle nazioni scompare la posizione di reciproca ostilità fra le nazioni…..

KARL MARX -FEDERICH ENGELS MANIFESTO DEL PARTITO COMUNISTA -1948  II. Proletari e Comunisti

Image

”Fate della Nazione la causa del popolo e la causa del popolo sara’ quella della Nazione”.Lenin

Se non vogliamo tradire il socialismo,dobbiamo appoggiare ogni rivolta nazionale contro il nemico principale:il capitalismo”.Lenin

Image

‎”Sotto un sistema socialista ogni nazione sara’ arbitra suprema dei propri destini,nazionali e internazionali;non sara’ costretta da alcuna alleanza contro la propria volonta’,ma avra’ la sua indipendenza garantita e la sua liberta’ rispettata dall’illuminato interesse della democrazia socialista del mondo”.James Connolly (IRLANDESE EREOE DELLA LOTTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE )

‎”La bandiera della indipendenza e della sovranità nazionale e’ stata gettata a mare:non vi e’ dubbio che questa bandiera toccheraà a voi di risollevarla e portarla in avanti,a voi rappresentanti dei partiti comunisti e democratici,se volete essere i patrioti del vostro paese,se volete essere la forza dirigente della nazione.Non vi e’ nessun’ altro che la possa levare in alto”.Giuseppe Stalin

Image

”La Nazione e’ una comunita’ di uomini-stabile e formatasi storicamente-sorta sulla base della comunita’ di lingua,di territorio,di vita economica e di struttura psichica,che si manifesta nella comunita’ della cultura”.Giuseppe Stalin

”Bisogna sviluppare l’idea che coniuga un sano nazionalismo,correttamente inteso,con l’internazionalismo proletario.L’internazionalismo proletario deve poggiare su questo nazionalismo nei singoli paesi.Tra il nazionalismo correttamente inteso e l’internazionalismo proletario non ce’ e non puo’ esserci contraddizione.I…l cosmopolitismo senza patria,che nega il sentimento nazionale e l’idea di patria,non ha nulla da spartire con l’internazionalismo proletario”.Georgi Dimitrov

”La mia gente,a cui appartengo e che amo,e’ la gente tedesca e la mia Nazione,che ammiro con grande orgoglio,e’ la Nazione tedesca.Una cavalleresca,fiera e severa nazione.Sono anima dell’anima,carne della carne degli operai tedeschi,e percio’ sono diventato da giovane rivoluzionario successivamente il loro Capo”.Ernst Thalmann

Image

”Per arrivare ad una completa emancipazione,i popoli oppressi devono contare innanzi tutto sulla propria lotta,e soltanto in seconda istanza sull’aiuto internazionale.I popoli la cui rivoluzione ha trionfato devono aiutare quelli che lottano per la loro liberazione.E’ questo il nostro dovere internazionalista”.Mao Tse Tung

”Solo combattendo in difesa della patria possiamo sconfiggere gli aggressori e raggiungere la liberazione nazionale.E solo con la liberazione nazionale,il proletariato e gli altri lavoratori potranno raggiungere l’emancipazione.Nelle guerre di liberazione nazionale ,il patriottismo e’ dunque un’applicazione dell’internazionalismo”.Mao Tse Tung

”Il compito che la storia pone di fronte ai comunisti,ai patrioti di questi paesi,e’ quello di esprimere la volonta’ e le aspirazioni di liberta’ ed indipendenza delle masse e di tutte le forze nazionali per la valorizzazione del potenziale materiale e umano dei rispettivi paesi,per conseguire uno sviluppo progressista della societa’ ”.Nicolae Ceausescu

”Nulla e’ piu’ prezioso della Indipendenza e della liberta’ ”.Ho Chi Minh

”L’impero deve sapere che la nostra Patria puo’ anche essere ridotta in polvere,ma i diritti sovrani del popolo cubano non saranno mai negoziabili”.Fidel Castro

”Patria,socialismo o muerte!”.Fidel Castro

‎”La lotta della classe popolare deve trasformarsi in lotta nazionale”.Camilo Torres

”Viva il Cile! viva il popolo! viva i lavoratori!.Queste sono le mie ultime parole e ho la certezza che il mio sacrificio non sara’ vano.Ho la certezza che,per lo meno,ci sara’ una lezione morale che castighera’ la vigliaccheria,la codardia e il tradimento”.Salvador Allende

” La Patria o e’ una sola e grande o non e’ ”.Hugo Chavez

”Simon Bolivar,padre della nostra Patria e guida della nostra rivoluzione,giuro’ di non dare riposo alle sue braccia,ne’ dare riposo alla sua anima,fino a vedere l’America libera.Noi non daremo riposo alle nostre braccia,ne’ riposo alla nostra anima fino a quando non sara’ salva l’umanita’ ”.Hugo Chavez

 

Sei un nazionalista?«Che vuol dire nazionalista? Di sicuro non sono un fascista come ha detto qualcuno per la faccenda di Arkan. Ho vissuto con Tito, sono più comunista di tanti. Se nazionalista vuol dire patriota, se significa amare la mia terra e la mia nazione, beh sì lo sono».

Mihajlovic: calciatore serbo nell’ intervista  «Vi racconto la mia Serbia, prima bombardata e poi abbandonata»

Annunci

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in post-it - miscellanea. Contrassegna il permalink.