V. I. Lenin ; Lettera a E.D. Stasova

Immagine

Lettera a E.D. Stasova

   [Da una lettera a E.D. Stasova, F.V. Lengnik, ecc. scritta il 14 settembre 1904. Cfr. Lenin, Opere complete, v. 43]

   Recentemente è stato pubblicato, secondo quanto si dichiara, a cura dell’Iskra, un nuovo opuscolo di Trotskij, che costituisce pertanto una sorta di Credo della nuova Iskra. Lo opuscolo è la più impudente menzogna e alterazione dei fatti. E questo viene fatto a cura dell’organo centrale. Il lavoro degli iskristi vi è denigrato in tutti i modi, vi si dice che gli economisti avrebbero fatto molto di più, che gli iskristi non avrebbero preso iniziative, non avrebbero pensato al proletariato, si sarebbero preoccupati soprattutto degli intellettuali borghesi, avrebbero introdotto dappertutto un burocratismo mortificante, il loro lavoro si sarebbe ridotto alla realizzazione del programma del famoso Credo.

   [Ossia del manifesto pubblicato da un gruppo di “economisti”, su cui cfr. Lenin, Opere complete, v. 4, pp. 167-181.]

Secondo l’organo centrale, il II congresso sarebbe un tentativo reazionariodi sancire i metodi di gruppo nell’organizzazione, ecc. Quest’opuscolo è uno schiaffo all’odierna relazione dell’organo centrale e a tutti i funzionari del partito. Leggendo tale opuscolo, si vede chiaramente che la “minoranza” ha mentito tanto, è diventata così ipocrita da non saper più creare niente di vitale e da suscitare il desiderio di lottare, perché c’è ormai qualcosa per cui lottare.

Advertisements

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in Lenin. Contrassegna il permalink.