La compagna Stella Delifoti – (1926-2011)

10898264_834835866576582_3698655962427080322_n

La compagna Stella Delifoti – (1926-2011)

Anasintaxi

Il 6 luglio la combattente guerrigliera del EAM-ELAS , il glorioso esercito democratico della Grecia (DSE) la compagna Stella Delifoti è morta ed è stata sepolta nel suo villaggio, Dress Pella. Ha esalato il suo ultimo respiro ad Atene, dove ha vissuto dopo il suo ritorno dalla Polonia. La  compagna Stella era nata nel 1926 nel villaggio di Dress Pella, dove è cresciuta.

Durante la tripla ‘occupazione fascista (1941-1944) del paese da parte delle truppe tedesco-italo-bulgare, combattè contro gli invasori nelle file di EAM-ELAS. Organizzò nel suo villaggio, nel mese di ottobre de 1942 il Fronte di Liberazione Nazionale (EAM), prendendo parte attiva alla lotta del nostro popolo.

Dopo la liberazione del nostro paese ,con l’ insidioso accordo di Varkiza, con il quale si raggiunse l’accordo  per la consegna delle armi, fu espulsa, insieme a decine di migliaia di combattenti da parte del governo intollerante di destra ‘, e come ha riferito in una nota auto-biografica: ‘ sono strisciata in prigione, sono stata picchiata e insultata.’

Più tardi, seguendo la nuova sollevazione (1946) del Partito Comunista Rivoluzionario, guidato dal suo grande leader il comunista Nikos Zachariadis, raggiunse la montagna alla montagna combattendo , tra le fila dell’eroico e glorioso esercito democratico di Grecia (DSE), il locale regime monarchico – fascista appoggiato dagli imperialisti americani.

Dopo la sconfitta del DSE andò come rifugiato politico nel grande paese del socialismo, l’Unione Sovietica del grande Stalin, nella città di Tashkent, capitale dell’Uzbekistan, dove ha lavorato in una fabbrica . Assumendo ancora una volta un ruolo attivo nella vita di partito a cui è sempre fedelmente e costantemente difeso la linea rivoluzionaria del Partito Comunista.

Durante l’intervento aperto, brutale e crudele della cricca traditrice di Kruscev-Breznev-Mikoyan contro il nostro eroico Partito nel settembre del 1955, la compagno Stella Delifoti difese attivamente ed apertamente la linea del Partito Comunista e del suo Comitato Centrale contro quei pochi opportunisti dell’ala destra ,i traditori della cricca Demetriou- Chatouras- Rossis- Tsolakis etc.

Nel sanguinoso conflitto di Tashkent (09-10 Settembre 1955), diretto dai revisionisti kruscioviani ma eseguito dagli opportunisti “minoritari “, fu arrestata dai Servizi di Sicurezza Sovietici per aver difeso la linea rivoluzionaria da, insieme a molte centinaia di guerriglieri comunisti dell’ ELAS-DSE, incarcerati per mesi nelle prigioni fasciste di Kruscev- Breznev a Tashkent.

Dopo il suo rilascio, ha continuato le sue attività rivoluzionarie, come sempre e attivamente mantenendo coerentemente la linea rivoluzionaria di difesa della via rivoluzionaria di Stalin- Zachariadis.

Venne espulsa come migliaia di comunisti, ma proseguì attivamente nella lotta contro il revisionismo kruscioviano, sia a Tashkent che in Polonia.

Ritornata in Grecia dall’esilio ha continuato la lotta contro il revisionismo kruscioviano, aderendo al ‘Movimento per la riorganizzazione del Partito comunista 1918-1955’, continuando a difendere e diffondere la linea rivoluzionaria di Stalin-Zachariadis.

Nonostante che l’anno scorso abbia avuto dei problemi di salute, non ha mai perso il suo ottimismo e l’ invidiabile spirito combattivo.

La comunista Stella Delifoti è stata una di quei combattenti che i suoi compagni e compagne apprezzavano per la sua militanza nella lotta per gli interessi della classe operaia, la sua coerenza ai principi comunisti rivoluzionari. Era una difensora intransigente del lavoro rivoluzionario di Stalin- Zachariadis e tutti i guerriglieri comunisti , con coraggio e un comportamento sincero.
Il Comitato politico del “Movimento per la riorganizzazione del Partito Comunista di Grecia 1918-1955”

Sito: http://anasintaxi.awardspace.com
Blog (in inglese): http: //anasintaxi-en.blogspot.com
Blog (greco): http: //anasintaxi.blogspot.com

Comrade Stella Delifoti (1926-2011) Anasintaxi

On July 6 the EAM-ELAS fighter and the glorious Democratic Army of Greece (DSE) guerrilla Comrade Stella Delifoti died and was buried in her village. She left her last breath in Athens, where she lived after the return from Poland.

Comrade Stella was born in 1926 in the village of Dress Pella, where she grew up.

During the triple fascist occupation (1941-44) of the country by the German-Italian-Bulgarian troops she fought against the invaders in the ranks of EAM-ELAS. She organised in her village in National Liberation Front (EAM) in October 1942 and took active part in the struggle of our people.

After the liberation of our country and the treacherous Varkiza agreement, with which peaked in the delivery of arms, she was expelled, along with tens of thousands of fighters ‘from the state of the intolerant right’, as she reported in a self-biographical note: ‘I crawled to prison, was beaten and reviled.’

Later, following the new intervention (1946) of the Revolutionary Communist Party, by its great leader communist leader Nikos Zachariadis, she came to the mountains and fought from the ranks of the glorious and heroic Democratic Army of Greece (DSE) the local monarch-fascists and the American imperialists.

After the decline of DSE she went as a political refugee in the great country of socialism, the Soviet Union of the great Stalin, in the city of Tashkent, capital of Uzbekistan, where she worked in production. She took yet again an active part in party life and she always faithfully and consistently defended the revolutionary line of the Communist Party.

During the open, raw and brutal intervention of the traitorous clique of Khrushchev-Brezhnev-Mikoyan etc. in our heroic Party in September of 1955, comrade Stella Delifoti actively defended the line of the Communist Party and its Central Committee against a handful of right-wing opportunists and traitors of the clique Demetriou-Chatouras-Rossis-Tsolakis etc.

In the bloody conflict in Tashkent (9-10 September 1955), which was directed by the Khrushchevite revisionists and was carried out by the ‘minimum’ opportunists, she was arrested for defending the revolutionary line by Soviet Security, along with many hundreds of the communist ELAS-DSE guerrillas and incarcerated for months in the fascist Khrushchev-Brezhnev dungeons of Tashkent.

After her release, she continued her revolutionary activities as always and kept actively following the revolutionary line and obstinately defending the revolutionary path of Stalin-Zachariadis.

She was expelled, like thousands of communists, but actively continued the struggle against Khrushchevite revisionism both in Tashkent and later in Poland.

Returning to Greece from exile she continued the struggle against Khrushchevite revisionism, associated with the ‘Movement for the Reorganisation of the Communist Party 1918-55’, disseminated and always defended the revolutionary line of Stalin-Zachariadis.

Despite her health problems which she had last year, she never lost her optimism and enviable fighting spirit.

The communist Delifoti Stella was one of those fighters who her companions and comrades appreciated for the militancy in the struggle for the interests of the working class and her consistency to the revolutionary communist principles. She was an uncompromising defender of the revolutionary work of Stalin-Zachariadis and all Communist guerrillas with courage and frank behaviour.

The Political Committee of the Movement for the Reorganisation of the Communist Party of Greece 1918-55

http://www.revolutionarydemocracy.org/

Annunci

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in documentazione storica. Contrassegna il permalink.