Che Guevara, il marxista-leninista

Che Guevara, o marxista-leninista -Che Guevara, il marxista-leninista

http://comunidadestalin.org/marxismo-leninismo/338-che-guevara-o-marxista-leninista

http://comunidadestalin.org/lingua-estrangeira-es/331-he-jurado-ante-una-estampa-del-viejo-y-llorado-camarada-stalin

Che Guevara, o marxista-leninista -Che Guevara, il marxista-leninista –

Alguns trotskystas, por saberem que o pensamento de Che atrai muitos jovens à causa revolucionária, tentam defender que ele estava se aproximando do pensamento de Trotsky.

Alcuni trotskisti, essendo al corrente che il pensiero del Che attrae molti giovani alla causa rivoluzionaria, cercano di diffondere l’idea che si stesse avvicinando al pensiero di Trotsky.

Dizem que a partir de 1960, Che passou a se distanciar da política da URSS. Pra eles, essa é uma prova de que Guevara estava se distanciando do marxismo-leninismo (erroneamente denominado pelos anticomunistas de “stalinismo”).

Dicono che a partire dal 1960, il Che ha incominciato a prendere le distanze dalla politica dell’URSS. Per loro, questa è la prova che Guevara si stava allontanando dal marxismo-leninismo (erroneamente chiamata dagli anticomunisti “stalinismo”).

O que eles esquecem de dizer é que Che se distanciou da política da URSS na época de Kruschev, com suas teses oportunistas dos ”dois todos e das três pacíficas”, início de uma época de negação do marxismo-leninismo.

Quello che si dimentica di dire è che il Che prese le distanze dalla politica dell’URSS, dell’ epoca Kruscioviana, con la sua tesi opportunista di “due e tre tutto tranquillo”, l’inizio di un’era di revisionismo e negazione del marxismo-leninismo.

Outro argumento é o fato de Che carregar consigo um livro de Trotsky na Bolívia. Talvez se ele carregasse o “Minha Luta”, de Hitler, hoje muitos pensariam que ele era nazista. Eu mesmo tenho um livro de Trotsky que guardo junto com todos os meus livros, “A Revolução Traída” e isso não quer dizer de forma nenhuma que eu sou trotskysta, mas sim que não sou dogmático ou unilateral.

Un altro argomento addotto alle loro tesi, è che il Che avesse portano con sé in Boliva un libro di Trotsky . Forse se avesse portato il “Mein Kampf”, di Adolf Hitler, oggi molti penserebbero che fosse un nazista. Anche io ho anche un libro di Trotsky tra tutti i miei libri, “La rivoluzione tradita”, il che non significa in alcun modo che io sia un trotskista io non sono dogmatico o unilaterale.

Numa carta datada de 10 dezembro de 1953, alguns meses depois da morte de Stalin, Guevara escreveu (na Costa Rica) para sua tia Beatriz: “Mi vida ha sido un mar de encontradas resoluciones hasta que abandoné valientemente mi equipaje, y mochila al hombro emprendí con el compañero García el sinuoso camino que acá nos condujo. En El Paso tuve la oportunidad de pasar por los dominios de la United Fruti convenciéndome una vez más de lo terrible que son esos pulpos capitalistas. He jurado ante una estampa del viejo y llorado camarada Stalin no descansar hasta ver aniquilados estos pulpos capitalistas. En Guatemala me perfeccionaré y lograré lo que me falta para ser un revolucionario auténtico. Informo que además de médico, soy periodista y conferenciante, cosas que me darán (aunque pocos) u$s. Junto con tus aditamentos, te abraza, te besa y te quiere tu sobrino, el de la salud de hierro, el estómago vacío y la luciente fe en el porvenir socialista.” Citação de Che Guevara: Uma Vida Revolucionária (1997) por Jon Lee Anderson.

In una lettera del 10 dicembre 1953, pochi mesi dopo la morte di Stalin, Guevara ha scritto (dal Costa Rica) a sua zia Beatriz: La mia vita è stata un mare di rivelazioni contrastanti fino a quando ho lasciato coraggiosamente il mio bagaglio, e lo zaino, con il compagno Garcia ho intrapreso la strada tortuosa che ci ha portato qui. A El Paso ho avuto l’opportunità di passare attraverso i domini della United Fruit convincendomi ancora una volta quanto sia terribile la piovra capitalista. Ho giurato davanti a una foto del vecchio e compianto compagno Stalin non riposare fino a quando questa piovra capitalista non sarà annientata . In Guatemala mi perfezionerò per raggiungere ciò che mi manca per essere un vero rivoluzionario. Ho Segnalato, oltre che essere medico, sono un giornalista e conferenziere, le cose che mi farà avere (anche se pochi) dollari. Insieme alle tue avvertenze ti abbraccia ti bacia e ti vuole bene, tuo nipote , con la salute di ferro e a stomaco vuoto ,ma con la luminosa fede nell’avvenire socialista. Citação de Che Guevara: Uma Vida Revolucionária (1997) por Jon Lee Anderson.

Em 1955, mandou outra carta para sua tia, assinada com as palavras Stalin II.

Nel 1955, inviò un’altra lettera alla zia, firmata con la parola “Stalin II.

Mas podem dizer que isso foi antes do XX congresso do PCUS e que o discurso de Che não era o mesmo de Stalin na década de 60. Ma si può dire che questo era prima che il XX Congresso del PCUS e che il discorso Che non lo stesso Stalin negli anni ’60. Em novembro de 1960 insistiu em depositar flores no túmulo de Stalin. Isso é mais de 4 anos antes do infame e mentiroso relatório de Khrushchev. Em 1961: “Nós consideramos que o partido trotskista está atuando contra a revolução.

Nel novembre 1960 insistette nel deporre fiori sulla tomba di Stalin. Cioè quattro anni dopo il bugiardo infame rapporto di Kruscev. Nel 1961: “Riteniamo che il partito trotskista agisca contro la rivoluzione.”

** Che Guevara scrisse che “Noi consideriamo che partito trotskista agisce contro la Rivoluzione”. L opposizione sistematica del trozkista “Partito operaio rivoluzionario” (POR) alla Rivoluzione cubana fu portata avanti così : nel 1961 fu distribuita una edizione spagnola della rivoluzione permanente di Trotskij, nel 1962 fu arrestato un trotzkista che diffondeva un opuscolo, elogiativo in onore Trotsky vietato a Guantanamo e il suo segretario generale Idalberto Ferrera Acosta fu arrestato per 48 ore. Nel 1965 un gruppo di trotzkisti fu stato processato. La repressione cessò, ed i detenuti furono rilasciati, quando i trotskisti decisero di cessare le attività controrivoluzionarie . Nel 1966 Fidel Castro accusò i trotzkisti di essere “strumento dell’imperialismo e della volgare reazione.” Nel 1958 il P.O.R , accuso tramite la sua propaganda il Movimento 26 luglio di essere “un movimento tirannico e brutale al servizio dell’ élite nordamericane.”

Citação de Apuntes Criticos a la Economia Politica, de 1964: Citazioni dalle Note critiche all’Economia Politica, 1964:

“Penso que o conteúdo fundamental no qual Trotsky se baseou é errôneo e que seu comportamento ulterior era errado e seus últimos anos foram ainda mais sombrios. Os trotskistas não contribuíram em nada para o movimento revolucionário; onde eles estavam em maior número era no Peru, mas eles falharam ultimamente porque seus métodos eram ruins.” (“Anexos”, página 402)

“Credo che i contenuti e i metodi su in cui si basava Trotsky erono fondamentalmente sbagliati e che il suo successivo comportamento negli ultimi anni furono oscuri . I trotskisti non hanno contribuito per nulla al movimento rivoluzionario; dove erano presenti in maggioranza come è stato ultimamente in Perù, ,essi hanno fallito , perché i loro metodi sono errati “(” Allegati “, pagina 402 co)

Pois bem, em mais uma carta,de 4 de dezembro de 1965 (Apuntes para una escuela de pensamiento cubana ), ele propõe estudar filosofia e alguns marxistas. Ele divide esses marxistas em revolucionários e revisionistas:

Be ‘, in un’altra lettera, del 4 dicembre 1965 (Apuntes para una escuela de pensamiento cubano), propone di studiare filosofia e alcuni marxisti. Egli li divide in questi tra rivoluzionari marxisti e revisionisti:

“Se está realizando ya, pero sin orden ninguno y faltan obras fundamentales de Marx. Aquí sería necesario publicar las obras completas de Marx y Engels, Lenin, Stalin [subrayado por el Che en el original] y otros grandes marxistas. Nadie ha leído nada de Rosa Luxemburgo, por ejemplo, quien tiene errores en su crítica de Marx (tomo III) pero murió asesinada, y el instinto del imperialismo es superior al nuestro en estos aspectos. Faltan también pensadores marxistas que luego se salieron del carril, como Kautsky y Hilfering (no se escribe así) [el Che hace referencia al marxista austríaco Rudolf Hilferding] que hicieron aportes y muchos marxistas contemporáneos, no totalmente escolásticos. (…)

«Si sta già realizzando, ma senza alcun ordine e mancano opere fondamentali di Marx. Qui sarebbe necessario pubblicare le opere complete di Marx ed Engels, Lenin, Stalin (sottolineato nel testo) e altri grandi marxisti. Nessuno ha letto nulla di Rosa Luxemburgo, per esempio, che ha commesso errori nella sua critica di Marx (III tomo), ma morì assassinata, e l’istinto dell’imperialismo è superiore al nostro in questi aspetti. Mancano anche pensatori marxisti che in seguito uscirono di carreggiata, come Kautsky e Hilfering (non so se si scrive così) che portarono contributi e molti marxisti contemporanei, non completamente scolastici».

Aquí vendrían los grandes revisionistas (si quieren pueden poner a Jruschov), bien analizados, más profundamente que ninguno, y debía estar tu amigo Trotsky, que existió y escribió, según parece.”

«Qui verrebbero i grandi revisionisti (se volete potete metterci Jruschov), bene analizzati; più profondamente che nessun altro, e dovrebbe starci il tuo amico Trotsky che è esistito e ha scritto, a quanto pare».

“En los llamados errores de Stalin esta la diferencia entre una actitud revolucionaria y una actitud revisionista. Se debe ver a Stalin en el contexto histórico en el que se desarrollo, no debe vérselo como una especie de bruto sino que se lo debe apreciar en ese contexto histórico particular..Yo he llegado al comunismo por papa Stalin y nadie puede decirme que no lea su obra. Lo he leído aun cuando era considerado muy malo leerlo, pero ese era otro tiempo. Y como no soy una persona no demasiado brillante y además testaruda continuare leyéndolo. Especialmente en este nuevo período, ahora que es peor que lo lea. Entonces, como ahora, me sigue pareciendo una serie de cosas que son muy buenas.”(Publicado em Contracorriente, Havana, Setembro de 1997, Nº 9)

“Nei cosiddetti errori di Stalin c’è la differenza tra un atteggiamento rivoluzionario e un atteggiamento revisionista. Si deve vedere Stalin nel contesto storico in cui operò non si dovrebbe vederlo come una sorta di bruto, ma dal punto di visto di quel particolare contesto storico .. Sono arrivato al comunismo a causa di papà di Stalin e nessuno deve venire a dirmi di non devo leggere le sue opere . L’ho letto, anche quando lo se si era ritenuto molto sconveniente leggerlo, ma quello era un altro tempo. E siccome io sono una persona non troppo brillante e testardo continuerò a leggerlo. Soprattutto in questo periodo, ora che è peggio che leggerlo. Allora, come oggi, trovo ancora un certo numero di cose che sono molto buone. “(Pubblicato em Contracorriente, L’Avana, Setembro 1997, n ° 9)

Enfim, enquanto Che não se considerava nem amigo de Trotsky, o “papai Stalin” foi o que o aproximou do comunismo. Alberto Ganado, parceiro motociclista de Che, disse ao biógrafo oficial dele, Jon Lee Anderson, que foi Stalin que Che “descobriu” em meados dos anos 50. (Anderson pp. 165-166, p. 565).

In ogni caso, mentre il Che non si considerava amico di Trotsky, è tramite il “padre Stalin” che è arrivato al comunismo. Alberto Granado, il compagno di viaggio in motocicletta del Che, disse al suo biografo ufficiale, Jon Lee Anderson, che il Che aveva scoperto Stalin ” nella metà degli anni ’50. (Anderson p. 165-166, p. 565a).

No curso do ano de 1964, a exigência da discussão teórica obriga Che a um estudo antidogmático e de profundidade crítica. Estuda mais Marx que Lenin. Foi para Moscou, quatro vezes para a URSS. Estabeleceu todo tipo de relações sociais, em diferentes níveis, discutiu com acadêmicos e estudantes, operários e funcionários do partido. Constatou tendências filocapitalistas e ficou desiludido, caíram-se certezas de concepções mecanicistas do marxismo. É acusado de trotskista pela burocracia soviética revisionista e responde “…Além disso voavam acusações de trotskismo. Nesse sentido creio eu que temos a capacidade de destruir as opiniões contrárias ou temos que deixar que sejam expressadas…… Não é possível destruir as opiniões com a força, porque isso bloqueia todo o desenvolvimento livre da inteligência. Também do pensamento de Trotsky se pode tomar uma série de coisas, incluindo se, como é de meu entender, seus conceitos fundamentais são errados, se foi errônea sua atuação posterior e o último período ainda está incerto. De qualquer forma há sempre alguém que lança a acusação de trotskismo”. É interessante notar como os revisionistas soviéticos tentavam esconder seu revisionismo e que muitos hoje ainda o fazem. Os trotskistas fanáticos, por exemplo, quando deparados com estes fatos, apenas dizem que na época Che supostamente não havia estudado Trotsky. Talvez eles tenham uma bola de cristal ou uma máquina que lê mentes dos mortos, para saberem disso. Enfim, é somente a tentativa de sobrevivência de uma ideologia revisionista-oportunista que possui, felizmente, cada vez menos credibilidade no movimento comunista internacional.

Nel corso del 1964, l’esigenza di una discussione teorica Che intraprende uno studio approfondito antidogmatico e critico. Studia più Marx che Lenin. Andò a Mosca, quattro volte per l’URSS. Stabilisce tutti i tipi di relazioni sociali, a diversi livelli, discusse con il mondo accademico e gli studenti, i lavoratori e funzionari di partito. Constata atteggiamenti filo capitaliste tendenze, disilluso gli vennero a cadere le concezioni meccanicistiche del marxismo. Venne accusato di trotskismo dalla burocrazia sovietica revisionista a questo cosi risponde “… Inoltre ha sorvolato dall’accusa di trotskismo. In questo senso credo che abbiamo la capacità di distruggere o di avere opinioni contrarie che dovono essere lasciate esprimere …… Non è possibile distruggere le opinioni con la forza, perché blocca tutto il libero sviluppo dell’intelligenza. Anche dal pensiero di Trotsky si possono prendere un certo numero di cose, anche se, secondo il mio punto di vista i suoi concetti fondamentali erano sbagliati ,come errati erano le sue attuazioni posteriori e nell’ultima fase è ancora incerto. In ogni caso c’è sempre qualcuno che lancia l’accusa di trotskismo “. E ‘interessante notare come i revisionisti sovietici cercarono di nascondere la loro revisionismo e molti ancora oggi lo fanno. I fanatici trotskisti, per esempio, di fronte a questi fatti, si limitano a dire che il Che presumibilmente non avesse studiato Trotsky. Forse hanno una sfera di cristallo o una macchina che legge le menti dei morti, per conoscere questo. In ogni caso, stanno cercando di far sopravvivere un ideologia revisionista-opportunista che per fortuna, ha sempre meno credibilità nel movimento comunista internazionale.

Annunci

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in El CHE. Contrassegna il permalink.