Grover Furr : Intelligence tedesca, anti-trotskismo e maggio 1937

stalinspagna

Da Grover Furr
“La NKVD sovietico aveva le prove attendibili che i trotskisti stavano collaborando con i militari giapponesi e tedeschi. Certamente, i dirigenti sovietici lo credevano . Pavel Sudoplatov ne era convinto nelle sue memorie, nonostante sia stato un “anti Stalinista e anti-sovietico nei suoi ultimi anni di vita .

Il vero panico e caccia di opportunisti nascosti, gli elementi di destra, trotzkisti e altri, ha cominciato dopo questo plennum, nell’atmosfera creata dalla cospirazione Tukhachevsky. Ma questo era stato preceduto dalla rivolta di Barcellona.Il test del Tribunale militare tedesca dimostra che i servizi segreti è stato coinvolto nella pianificazione di questi eventi. Scrivendo un articolo riguardo alla falsità del famigerato “Rapporto Segreto ” del 1956 di Krusciov ,mi sono imbattuto nel seguente commento in un articolo su questo discorso:

“…вугодуполитическойконъюнктуредеятельностьТроцкогоиегосторонниковзаграницейв 1930-1940 годахсводятлишькпропагандистскойработе. Ноэтонетак. Троцкистыдействовалиактивно: организовали, используяподдержкулиц, связанныхсабвером, мятежпротивреспубликанскогоправительствавБарселонев 1937 году. ИзтроцкистскихкруговвспецслужбыФранциииГерманиишли “наводящие” материалыодействияхкомпартийвподдержкуСоветскогоСоюза. ОсвязяхсабверомлидеровтроцкистскогомятежавБарселонев1937 годусообщилнамШульце-Бойзен…Впоследствии, послеареста, гестапообвинилоеговпередаченамданнойинформации, иэтотфактфигурировалвсмертномприговорегитлеровскогосудапоегоделу.” (| Судоплатов, П. “РазведкаиКремль.”М., 1996, с. 88; | Haase, N. Das Reichskriegsgericht und der Widerstand gegen nationalsozialistische Herrschaft. Berlín, 1993, S. 105) [[1]]

La traduzione del libro “The Intelligence Service e il Cremlino”, generale Pavel Sudoplatov, pubblicata a Mosca nel 1996, dice (pagina 58):”Per quanto riguarda le attività di Trotsky e dei suoi seguaci nel decennio del 30 sono state rivolte alla mera propaganda. Ma non è così. I trotskisti furono anche coinvolti nelle azioni. Con il sostegno di persone collegate con l’Intelligence Militare tedesca [il ‘Abwehr’], hanno organizzarono una rivolta contro il governo repubblicano a Barcellona nel 1937. Dai circoli trotskisti nei servizi speciali francesi e tedeschi giunsero informazioni “spiate” rispetto alle azioni dei partiti comunisti a sostegno della ‘Unione Sovietica. Della relazione con i contatti della rivolta trotskista a Barcellona nel 1936 siamo stati informati da Schulze-Boysen [N. T:. Harro Schulze-Boysen faceva parte del famoso Rotte Kapelle, -Orchestra Rossa – l’organizzazione di spionaggio all’interno del regime nazista] … Più tardi, dopo il suo arresto, la Gestapo l’ ha accusò di passare queste informazioni, e questo fatto figura nella sentenza di morte del Tribunale di Hitleriano “

Questo paragrafo effettivamente appare nel libro di Sudoplatov. Ma la sua nota a piè di pagina del volumeil nome di Haase non figura . Presumibilmente è da supporre che sia stato aggiunto o da Lifshits, autore dell’articolo in russo, o Trosten, autore della versione tedesca. Così ho preso il volume Haase. Il testo a pagina 15 e seguenti ,risulta essere lo stesso del Reichskriegsgericht tedesco (tribunale militare del Reich ) contro Harro Schulze-Boysen, accusato di spionaggioa favore dell lUnione Sovietica (Norbert Haase, “Das Reichskriegsgericht und der Widerstand gegen die Herrschaft Nationalsozialistische” Druckerei Justizvollzugsanstalt der Tegel, Berlino, 1993.) Il paragrafo relativo recita:

«Anfang 1938, während des Spanienkrieges, erfuhr der Angeklagte dienstlich, daß unter Mitwirkung des deutschen Geheimdienstes im Gebiet von Barcelona ein Aufstand gegen die dortige rote Regierung vorbereitet werde. Diese Nachricht wurde von ihm gemeinsam mit der von Pöllnitz der sowjetrussischen Botschaft in Paris zugeleitet.»

E la cui traduzione in castigliano è:
Nei primi mesi del 1938, durante la guerra civile spagnola, l’imputato poteva conoscere a causa della sua posizione, che si stava preparando una ribellione contro il governo ‘rosso’ locale nella zona di Barcellona, con la collaborazione del servizio segreto tedesco. Queste informazioni, insieme a quello di Pöllnitz, è stata comunicata all’ambasciata sovietica a Parigi. “”Pöllnitz”era Gisella von Pöllnitz, una recente recluta della rete “Red Orchestra”(Orchestra Rossa ) la rete di spionaggio sovietico antinazista, che lavora per la United Press, e che era colei che “depositava le informazioni nella casella di posta dell’ambasciata sovietica” (Brysac, “Resistere Hitler: Mildred Harnack e l’Orchestra Rossa.” Oxford University Press, 2000, pag 237).

Il commento di Sudoplatov dimostra che servizi segreti sovietici credevano sinceramente che i trotskisti fossero implicati con “personaggi legati” con il servizio di “intelligence militare tedesco ” nella preparazione di questa rivolta. Al tempo in cui scrisse le sue memorie, negli anni ’90, Sudoplatov era molto antisovietico, ed ha espresso rimorso per molte delle cose che aveva fatto nei servizi segreti sovietici. Il fatto che egli insista che i trotskisti siano stati coinvolti con i nazisti negli eventi di Barcellona del maggio 1937 questo significa chiaramente che era convinto della esattezza della sua considerazione .

Le informazioni dal Tribunale militare tedesco pubblicato da Haase ci fornisce una conferma indipendente delle affermazioni di Sudoplatov, e delle opinioni sovietiche , al momento. E vengono,cosi, pienamente confermati i sospetti dei comunisti che l’intelligence tedesca stava dietro i piani della rivolta di Barcellona. L’ostilità dei comunisti contro trotskisti e trotskismo è comprensibile alla luce di queste informazioni

Ci sono buone evidenze che il vero panico rispetto al trotskismo clandestino non ha avuto luogo, almeno in URSS, fino dopo gli eventi del maggio 1937 a Barcellona. I due discorsi di Stalin al plenum del Comitato centrale, febbraio e marzo 1937, minimizzato il pericolo dei trotskisti; li considerava come dei marginali , reietti, incoraggiando i membri del Comitato centrale a non discriminare nessuno per essere stato trotzkista e non essendolo più’. [[2]]

Ma nei mesi di giugno e luglio questo cambia. Nella sessione estesa dell’esercito sovietico, tenutasi dal 1 al 4 giugno per discutere la recente scoperta e la grave cospirazione di Tuchacevskij, Stalin tenne in un discorso in cui affermava che Tuchacevskij e altri avevano “cercato di fare dell’URSS un’altra Spagna” [[3]] Ciò significava naturalmente lo scoppio di una guerra civile,. Ma più specificamente sembrava avere un altro significato: fare ciò che i trotzkisti e altri avevano fatto negli eventi di maggio a Barcellona; dare pugnalata alla schiena all’ URSS durante una possibile guerra con i fascisti.

La NKVD sovietica aveva prove credibili che i trotskisti stavano collaborando con i militari giapponesi e tedeschi. Certamente , la leadership sovietica ci credeva. Anche Pavel Sudoplatov nelle sue memorie ne era certo, nonostante sia stato un “anti stalinista” e un anti-sovietico nei suoi ultimi anni.
Il vero panico e la caccia a gli opportunisti nascosti, di destra, trotzkisti e altri, è cominciata dopo questo Plenum, e l’atmosfera venutasi a creare dopo la scoperta dalla cospirazione di Tukhachevsky. Ma questa era stata preceduta dalla rivolta di Barcellona. La prova di tribunale militare tedesca dimostra che i servizi segreti tedeschi erano coinvolti nella pianificazione di quegli eventi. Alla fine di maggio 1937 il maresciallo Mikhail Tukhachevsky scrisse di suo pugno una lunga dichiarazione in cui ammetteva di cospirare contro l’Unione Sovietica con il generale tedesco Staff [[4]]. Tuchacevskij affermava che i comandanti avevano discusso i loro piani di rivolta direttamete con Trotzky . Questi eventi forniscono la spiegazione più probabile per l’inizio della fervida caccia , e a ragione dei trotzkisti in Spagna da parte dei comunisti [[5]].

Grover Furr (2003) | Traducción: PCE (m-l)

[1]S Lifshits, “Preslovutyi Doklak Khrushcheva, ili CACATUM NON EST PICTUM”. In Moskva Sadovoe Kol’tso,, http://m-s-k.newmail.ru, descargado el 5-7-2004. El mismo artículo está publicado como folleto en alemán: Gersch Troston, Chruschtschows berüchtigte Rede, oder CACATUM NON EST PICTUM (hingeschissen ist nicht gemalt). «Marxistisch-leninistische Schriftenreihe für Geschichte, Politik, Ökonomie und Philosophie» (ISSN 1861-2954), Heft 45. Berlin, Ernst-Thaelmann-Verlag, n.d. He verificado todas las citas rusas e inglesas del artículo con las citas que figuran en el original.
[2]J.V. Stalin, «Mastering Bolshevism». NY: Workers Library Publishers, 1937, páginas 26-7; 43-4. Citado en http://ptb.lashout.net/marx2mao/Stalin/MB37.html
[3]J.V. Stalin, “Speech by J.V. Stalin at the Ministry of Defense,” Secret Documents. Toronto, CA: Northstar Compass, n.d. [1996], p 115: “estos individuos intentaron hacer de la URSS otra España…” El original está en Original in Lubianka. Stalin i Glavnoe Upravlenie Gosbezopasnosti NKVD 1937-1938. Eds. V.N. Khaustov et al. Moscow: “Materik”, 2004, página 206; Stalin, Sochineniia [Collected Works], vol. 14, consultable en http://grachev62.narod.ru/stalin/t14/t14_48.htm
[4] Hay traducción parcial en “The Arrest and ‘Testimony’ of Marshal of the Soviet Union M.N. Tukhachevsky (May – June 1937),” de Steven J. Main, Journal of Slavic Military Studies 10, nº 1 (1997), páginas 151-195. Trotsky y sus seguidores se mencionan a lo largo de la declaración de Tukhachevsky.
[5] Es importante destacar que no hay pruebas de que ningún trotsquista fuera asesinado por los soviéticos o por otros comunistas en España, con la excepción de Andrés Nin, líder del POUM y antiguo secretario de Trotsky. Ver (en inglés) “Fraudulent Anti-Communist Scholarship From A ‘Respectable’ Conservative Source: Prof. Paul Johnson,” (Estudios académicos fraudulentos y anticomunistas de una “respetable” fuente conservadora: Profesor Paul Johnson), consultable en http://msuweb.montclair.edu/~furrg/pol/pauljohnsonfraud.html

http://www.pceml.info/actual/index.php/actualidad/articulos/165-la-inteligencia-alemana-el-anti-trotskismo-comunista-y-los-sucesos-de-mayo-de-1937-en-barcelona

Annunci

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in documentazione storica. Contrassegna il permalink.