In occasione dell’anniversario della Rivoluzione sovietica proponiamo la visione del film di Mikhail Romm, Lenin in Ottobre, del 1937

http://www.resistenze.org/sito/te/cu/ur/cuurfm04-017069.htm

25403_383872043598_20591198598_3829926_5386165_n
10906415_873322989378576_2761383730800693989_n
In occasione dell’anniversario della Rivoluzione sovietica proponiamo la visione del film di Mikhail Romm, Lenin in Ottobre, del 1937

Siamo nel 1917. La Flotta del Baltico e le unità dell’Esercito sono incitate alla ribellione contro il governo Kerensky e a unirsi alle voci di protesta di operai e contadini che esigono la pace, ovvero l’uscita della Russia dalla Guerra mondiale. Lenin arriva a Pietrogrado a bordo di un treno proveniente dalla Finlandia e nella riunione del Comitato centrale del 10 ottobre, sconfigge la resistenza di Zinoviev, Kamenev e Trotsky che si oppongono a far deflagrare l’insurrezione. Allo stesso tempo, le forze contro-rivoluzionarie organizzano una caccia all’uomo per uccidere il capo dei bolscevichi. Gli eventi precipitano rapidamente, fino al momento finale quando, sotto le bandiere di “Pane, Pace e Terra!” e “Tutto il potere ai soviet!”, la Rivoluzione d’Ottobre trionfa!
Dieci anni dopo “Ottobre” di Eisenstein, in cui il protagonista sono le masse lavoratrici, Romm accetta la sfida di individualizzare e dare vita alla figura di Lenin. Nel 1927, con la sua teoria dell’eroe collettivo e le limitazioni del cinema muto, Eisenstein mostra Lenin nel film, ma non riesce a inserirlo nel processo rivoluzionario da lui guidato. Realizzato per le celebrazioni del 20° anniversario della Rivoluzione nel 1937 su iniziativa di Stalin, il film di Romm è il primo in cui Lenin parla, pensa e interagisce come un essere in carne e ossa.

l film “Lenin in Ottobre” si conclude con il trionfo della Rivoluzione, ma il suo consolidamento richiederà ancora tre anni. Solo nel marzo 1918, dopo aver isolato l’opposizione di Bucharin e Trotsky, Lenin sarà in grado di rispettare l’impegno di ritirare la Russia dalla guerra imperialista, pur dovendo cedere territori alla Germania. L’atto sigilla la fiducia dei lavoratori, dei soldati e dei marinai nei bolscevichi e garantirà appoggio sicuro al potere sovietico quando le truppe d’intervento anglo-francesi-giapponesi-polacche rafforzeranno le armate bianche per ripristinare il vecchio ordine. La guerra civile, durata più di 30 mesi, si conclude nel mese di novembre 1920. Il successivo film di Romm, “Lenin nel 1918” si basa sull’attentato subito da Lenin il 30 agosto 1918 a Mosca nel cortile della fabbrica Michelson, dove Lenin stava tenendo un discorso agli operai.

Da notare che tutte le immagini di Stalin in “Lenin in Ottobre” e nel suo seguito “Lenin nel 1918” furono eliminate dopo il 1956 sulla scia del processo di revisione avviato dal “rapporto segreto” di Cruscev al XX Congresso del Pcus.

LENIN V OKTYABRE (1937)

(Versione integrale senza i  tagli kruscioviani )

Regia di Mikhail Romm (1901-1971)
Sceneggiatura originale: Aleksei Kapler (1903-1979)
Musica originale: Anatoly Alexandrov (1888-1982)
Attori principali
Boris Shchukin – Lenin
Nikolai Okhlopkov – Vasily
Vasili Vanin – Caposquadra Matveyev
(…)
Stalin è interpretato da Semyon Goldshtab
* * *

dzerjinskyi2
Mikhail Romm Ilich nasce nella città siberiana di Irkutsk. Presta servizio nell’Armata Rossa durante la guerra civile, nel 1925 si laurea in scultura presso l’Istituto tecnico-artistico di Mosca. Nel 1931 entra a far parte degli Studi Mosfilm dove lavora come produttore e regista. Nell’Istituto di Cinematografia Gerasimov (VGIK) dal 1962, è professore di cineasti di primo piano come Andrej Tarkovskij, Grigory Chukhray, Gleb Panfilov, Elem Klimov. Realizza in totale 18 lungometraggi, tra cui Pyška (1934) commedia grottesca liberamente tratta da Palla di sego di Guy de Maupassant , 13 (1936), “Lenin in ottobre” (1937), “Lenin nel 1918” (1939), Sogno (1941), “La ragazza numero 217” (1945), “Missione segreta(1950), Nove giorni in un anno” (1962), “Il fascismo ordinario (documentario, 1965). Riceve il Premio Stalin negli anni 1941, 1946, 1948, 1949, 1951.
Advertisements

Informazioni su paginerosse-drapporosso

...."L’ineguaglianza dello sviluppo economico e politico è una legge assoluta del capitalismo. Ne risulta che è possibile il trionfo del socialismo all’inizio in alcuni paesi o anche in un solo paese capitalistico, preso separatamente...." Lenin -Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa-Pubblicato sul Sozial-Demokrat, n. 44, 23 agosto 1915.
Questa voce è stata pubblicata in arte-cultura-storia dell'urss, Lenin, Stalin. Contrassegna il permalink.